La gestione del Progetto Formativo

//La gestione del Progetto Formativo

Lo studente che intenda svolgere l’attività di tirocinio curriculare presso l’Istituzione Scolastica, dovrà produrre domanda indirizzata alla Dirigente Scolastica, come da modello allegato. Dovrà inoltre accedere al portale studenti UNIPA con le proprie credenziali di Ateneo, cliccare sulla sezione “Altro” e selezionare “Almalaurea Accesso”, quindi scegliere l’opzione “Registrati/Accedi”. Fatto ciò bisognerà completare la registrazione sul sito Almalaurea inserendo i dati richiesti fino alla completa registrazione del profilo di studente.

Individuato il docente tutor aziendale del tirocinio, il Referente per i tirocini curriculari procederà all’inserimento del progetto formativo che richiede di fissare:

  • le competenze di base da sviluppare (sono competenze di tipo generale, trasferibili a differenti compiti, rilevanti per la formazione e la preparazione professionale generale della persona. Rientrano sotto questa voce per esempio: informatica di base, lingua straniera, conoscenze di sicurezza e antinfortunistica, capacità organizzative, garantire nella fase di avvio del tirocinio adeguata informazione e formazione in materia di salute e la sicurezza in ambiente di lavoro ai sensi degli artt. 36 e 37 del D.Igs 81/2008, inoltre deve essere garantita, se prevista, la sorveglianza sanitaria ai sensi dell’ art. 41 del medesimo decreto);
  • le competenze professionalizzanti da sviluppare (sono competenze altamente specifiche e sono acquisite in ambiti specialistici. Tali competenze fanno riferimento a determinate aree disciplinari e sono strettamente connesse al contesto lavorativo in cui è inserito il tirocinante);
  • le competenze trasversali da sviluppare (vasto insieme di abilità di carattere generale che consente di rispondere alle richieste dell’ambiente organizzativo, e che non è specifico di una professione. Esempi di tali capacità sono: problem solving, lavoro d’equipe, decision making, gestione dello stress, organizzazione del lavoro, ecc.);
  • le attività previste (sono le mansioni/attività che verranno svolte dal tirocinante).

Il progetto formativo potrà essere inserito in “bozza” nel caso in cui non sia ancora stato compilato nella sua interezza. Se invece il progetto formativo è stato completato può essere salvato ed inviato allo staff di UNIPA. Il progetto formativo si troverà quindi nello stato “Da approvare”.

Lo staff di UNIPA provvederà alla verifica formale e sostanziale delle informazioni inserite e provvederà all’inoltro del progetto formativo al docente indicato come tutor universitario per l’approvazione.

Il tutor universitario, verificata la congruenza didattica del progetto formativo, provvederà all’approvazione (con eventuali modifiche) oppure al suo rifiuto motivato (che riporterà lo stato del progetto formativo a “bozza”) oppure all’inoltro a un altro docente ritenuto più idoneo per la verifica e l’approvazione del progetto. Il progetto formativo in questa fase passerà nello stato “Approvato non attivo”.

L’azienda dovrà quindi effettuare la stampa del progetto formativo, apporre timbro e firma del tutor aziendale, fare firmare allo studente per accettazione ed effettuare upload come allegato del progetto formativo.

Lo staff di UNIPA, verificata la presenza del progetto formativo e l’avvenuta compilazione di eventuali altri moduli specifici per i vari corsi di laurea, attiverà il tirocinio che passerà nello stato “Attivo” e il tirocinio potrà avere inizio dalla data indicata.

A seconda del corso di studi di appartenenza dello studente può essere richiesta dell’altra modulistica aggiuntiva prima che il progetto formativo venga attivato. Per sapere se e cosa è richiesto è necessario richiedere specifiche informazioni al personale tecnico amministrativo che segue i tirocini per quel corso di studi.

2020-02-03T15:38:47+00:00